News

La clinica terapeutica personale in gruppo

La clinica terapeutica personale in gruppo

La clinica terapeutica personale in gruppo

“la persona terapeuta e la persona “paziente” coesistono”

 

La clinica terapeutica personale in gruppo segue una modalità fenomenologica in relazione a narrazioni esperienziali relative a sequenze di vita significative percepite come problematiche. Essa è basata sulla validazione degli assetti adattivi e sulla ricerca di risorse per il cambiamento di ciascuna persona partecipante e non sulla diagnostica di elementi di natura “patologica” con relative tecniche di intervento correttive. Segni e sintomi di distress in condizioni di crisi sono epifenomeni di un’evolutività comunque adattiva alle condizioni date in cui la vita si è svolta e si svolge.

Gli eventi hanno finalità clinico-terapeutiche personali. Essi si svolgono con modalità esperienziali “in the group” che privilegiano l’esperienza del singolo partecipante secondo i principi del modello integrativo.

Il lavoro è “guidato” da due terapeuti senior.

Il razionale clinico terapeutico è costituito da una serie di processi integrati:

  • narrazione e validazione dell’esperienza;

  • focusing sulla crisi e sulle risorse;

  • allargamento e costruzione delle condizioni per l’emergere di configurazioni di coscienza più complesse;

Il gruppo costituisce un ambiente naturale per fare esperienza delle proprie modalità relazionali con i loro processi affettivi-cognitivi. Esso ha un potenziale antinomico rispetto alle percezioni di solitudine e di eccezionalità.


Il contesto relazionale in gruppo, con buone “guide” che garantiscono a ciascuno il rispetto e la stabilità dei confini personali, è proattivo per un’esperienzialità “abbastanza buona” fra crisi, stabilità e novità sull’”orlo del caos”, secondo una dinamica nota dei sistemi complessi adattivi.


Il risultato atteso è che ciascuno possa trovare le condizioni di sicurezza necessarie per acquisire maggiori capacità di “comprensione” intra-interpersonale di risorse e di limiti. L’emergenza di processi integrativi di complementarietà (coesistenza di “parti” anche antinomiche) consente di poter esistere con un senso “abbastanza buono” di continuità di coscienza in sequenze continuamente mutevoli.


La crescita di complessità personale è funzione dell’emergere di nuove configurazioni di coscienza integrabili che consentano l’”uscita dall’automatico” con il superamento di conflitti e di blocchi evolutivi e l’aumento di “gradi di libertà”. Ciò promuove un’esperienzialità nuova come capacità di essere presenti a sé e di validarsi nelle proprie cangianti configurazioni.

 

Orario: 9,30-13,00 / 14,00-17,30

Sede: Centro clinico “L’albatro”, via Pratese, 13 – Firenze

Trainer: prof. Menoni, Dott.ssa Iannelli

 

Calendario incontri

  • 26 maggio
  • 28 settembre
  • 23 novembre

Sarà possibile un’integrazione di questa programmazione (orari e giorni) sulla base dell’emergere di necessità diverse.

 

Iscrizioni e costi

Per partecipare al programma di formazione-aggiornamento AIIP 2019 occorre essere soci AIIP in regola con i pagamenti.

Il costo delle singole giornate è di euro 50,00 (cinquanta,00).

Per informazioni info@integrazione-aiip.com

Scarica la locandina

0


Add a Comment